La pasta con le vongole è un piatto classico, sempre buono, fatto di pochissimi ingredienti perché si sa, quando la materia prima è di qualità troppe aggiunte non sono necessarie.
Però i piatti della tradizione si possono reinventare, elaborare, interpretare. Possiamo farci ispirare dalla stagione, dalla creatività o da quello che ci suggerisce la dispensa, in tutti i casi, le parole d’ordine sono fantasia e creatività.
L’estate ci regala tanti ingredienti meravigliosi, e i piatti, semplici e leggeri, si arricchiscono di profumi e sapori. Così succede che un piatto di spaghetti alle vongole faccia posto a qualche aggiunta: alle zucchine con i loro fiori, e a qualche pomodorino e magari perchè non sostituire gli spaghetti con della pasta corta?
Un piatto che sa di mare, con le verdure che l’orto che ancora ci regala, delizioso nella sua semplicità. Perché un piatto a base di pesce non è complicato da preparare. Certo qualche segreto magari da sapere c’è, ma noi siamo pronti a svelarvi tutto ma proprio tutto sul pesce. Dove? Ai nostri corsi ovviamente, ormai lo sapete. E per sapere quando, non vi resta che tenere d’occhio il calendario, perché la scuola di cucina riparte dopo la pausa estiva, vi aspettiamo!

ELICHE CON VONGOLE FIORI DI ZUCCA E ZESTE DI LIMONE

Ingredienti

  • eliche: 300 g
  • vongole veraci: 300 g
  • pomodorini: 8
  • zucchine affettate: 2
  • spicchio d’aglio: 1
  • prezzemolo tritato: qb
  • zeste di limone: qb
  • mazzetto di fiori di zucca: 1
  • olio evo: qb
  • sale e pepe: qb

 

Procedimento

Scaldare l’olio in una padella con l’aglio affettato, unire le vongole, i pomodorini tagliati in due e le zucchine. Cuocere 5 minuti per fare aprire le vongole.
Cuocere la pasta molto al dente, scolarla tenendo da parte un po’ dell’acqua di cottura, unirla alle vongole aggiungendo un po’ di buccia di limone grattugiata.
Portare a cottura aggiungendo poca acqua di cottura della pasta. Un minuto prima della fine unire i fiori di zucca tritati e finire con un giro d’olio a crudo.